Alla BTO 2013 si passa dalla Disintermediazione all’Iperintermediazione.

Pubblicato: 28 novembre 2013 | Autore: | Tags: , , , , , , Commenti: Nessun Commento »

Quest’anno, più che negli anni precedenti, il tema della Disintermediazione è parte prevalente delle discussioni che si terranno durante tutta la manifestazione che si svolgerà a Firenze dal 3 al 4 dicembre prossimi.

Il tema sembra essere ancora più caldo perché è scoppiato il boom delle aziende/agenzie che offrono all’albergatore indipendente la possibilità di acquistare campagne pubblicitarie sui comparatori di prezzo (Trivago & Co.) e siti di recensione (Tripadvisor & Co.), mettendosi così in competizione con le OTA che presidiano questi strumenti sin dalla loro nascita. E non solo le OTA hanno presidiato questi strumenti fin dall’inizio, ma hanno soprattutto permesso loro di “avviarsi” grazie alla consuetudine per una OTA di presidiare tutti i “punti di contatto” con il viaggiatore grazie agli ingenti investimenti pubblicitari resi possibili dalle commissioni applicate ai cosiddetti “partner” albergatori. In questo contesto, non è poi così strano apprendere il fatto che Tripadvisor è nato da una “costola” di Expedia e che lo stesso Expedia ha acquistato Trivago.

Nozio è stata tra le prime aziende europee a collaborare con i comparatori di prezzo (anche con Kayak, Google Hotel Finder, e presto Hotelscan, Skyscanner etc) per attivare quelle connessioni tecnologiche indispensabili per dare agli hotel indipendenti la possibilità di presidiare questi nuovi punti di contatto con i viaggiatori. Ricordo ancora la prima chiaccherata sul tema con Giulia Eremita di Trivago durante la BTO del 2009 e il panel del 2010 durante il quale siamo riusciti a stimolare l’amico Brenner di Google ad esporsi su questa nuova opportunità che Google stava ancora riservando alle OTA.

Sono passati 3/4 anni, ed eccoci qui tutti ad affrontare questa nuova sfida.

E’ evidente quindi come il processo di Disintermediazione (ovvero quel processo capace di ridurre – che non significa eliminare come spesso si confonde – i passaggi nella vendita e distribuzione di un prodotto o servizio grazie all’uso delle nuove tecnologie e più precisamente internet) sia più vivo che mai. Molti lo danno per “morto”, per “inutilmente costoso”, per l’“utopia” dell’albergatore o la “sirena” delle web agency e, così pensando, non si tiene conto dell’avanzamento continuo ed inesorabile dei processi tecnologici che continueranno a modificare ancora più profondamente tutti i processi economici. Certo, in modo differente e con mille varianti, ma inesorabilmente qualcosa continuerà a cambiare a favore della relazione diretta tra consumatore e produttore.

E’ in questo contesto che parteciperò, in qualità di relatore e assieme al Prof. Rodolfo Baggio e all’amico Robi Veltroni, ad un panel dedicato a questo tema e a queste nuove opportunità che di fatto portano l’albergatore ad investire per presidiare spazi che sono direttamente collegati al proprio nome/brand. Un paradosso, certo, ma potrebbe essere comunque ritenuto una grande opportunità se solo considerassimo il fatto che ci troviamo in un mondo dove:
- gli strumenti gratuiti da sempre necessari per promuoversi direttamente sono diventati strumenti a pagamento (es. da Google Search con le attività SEO a Google Hotel Finder con il pay-per-bid);
- le OTA presidiano il mercato globale e non permettono ad una struttura di promuoversi direttamente per una precisa scelta legata al loro modello di business.

QUICK INFO EVENTO
Data: 4 dicembre [Day Two]
Ora: 09:10 – 10:00
Sala: #2 Focus Hall
Relatori: Rodolfo Baggio, Marco Baldan, Robi Veltroni


HOTREC: la Disintermediazione dalle OTA

Pubblicato: 22 maggio 2012 | Autore: | Tags: , , Commenti: 2 Commenti »

E’ di questo mese la notizia della diffusione in rete del Manifesto in 19 punti redatto dalla HOTREC, l’Associazione Europea degli hotel e dei ristoranti che raggruppa tutte le principali associazioni nazionali e alla quale aderiscono le nostre FederalberghiFIPE.

Il documento mette nero su bianco le politiche di contrasto alle OLTA (Online Travel Agents, ovvero Expedia, Booking & Co.) che gli albergatori dovrebbero adottare allo scopo di sfruttare al meglio le opportunità di disintermediazione offerte dal web.

Sostanzialmente sono stati ufficializzati quei valori che Nozio, anche grazie a questo suo blog, si è impegnata a diffondere con  la sua Carta dei Valori e ad applicare negli ultimi 10 anni grazie ai suoi portali – tutti promotori della piena disintermediazione – e ai progetti di web marketing alberghiero sviluppati per conto dei suoi clienti albergatori.

Scorriamoli velocemente assieme:

1- NO, all’uso non autorizzato del nome dell’hotel, da parte di un canale intermediario (ovvero Expedia, Booking & Co.), nelle attività di promozione sui motori di ricerca, sui Social Network e su tutte le altre forme di pubblicità online; albergatori, vietate alle OLTA di sfruttare il vostro brand per promuovere il loro portale.

2- NO, alla parità tariffaria imposta unilateralmente dai canali di intermediazione (ovvero Expedia, Booking & Co.); albergatori, pubblicate sul vostro Sito Ufficiale le tariffe più basse e le condizioni di vendita più vantaggiose che si possano trovare in rete.

3- NO, alla parità della disponibilità imposta unilateralmente dai canali di intermediazione (ovvero Expedia, Booking & Co.); albergatori, tenetevi le ultime camere da vendere attraverso il vostro Sito Ufficiale;

4- NO, ad un minimo di disponibilità da riservare ai canali di intermediazione (ovvero Expedia, Booking & Co.); albergatori, solo il vostro Sito Ufficiale può “pretendere” di avere la disponibilità minima garantita;

5- NO, a riservare l’accesso a tutte le vostre offerte ai canali di intermediazione (ovvero Expedia, Booking & Co.); albergatori, lasciate al vostro Sito Ufficiale l’esclusiva sulle offerte ed i pacchetti migliori;

6- NO, a concedere camere in vendita a canali di intermediazione che utilizzano sistemi di asta o di couponing poco trasparenti; albergatori, non lasciate fino al 40% di commissioni per accedere a programmi “particolari” di visibilità;

7- NO, a tariffe poco chiare e non veritiere pubblicate su canali di intermediazione fuori controllo; albergatori, quando siglate un accordo con un rivenditore fatevi indicare sul contratto i nomi dei siti dove verrano pubblicate;

8- NO, alla pubblicazione non autorizzata sui siti d’asta delle tariffe dell’hotel; albergatori, quando siglate un accordo con un rivenditore fatevi indicare sul contratto i nomi dei siti dove verrano pubblicate;

9- NO, a siglare accordi che prevedono la gestione in tempi troppo brevi delle cancellazioni; albergatori, quando siglate un accordo con un rivenditore fatevi aumentare i giorni utili per la comunicazione di una cancellazione o modifica della prenotazione;

10- NO, alle commissioni applicate anche sui no-shows e le tasse;

11- NO, al fatto che alcuni canali di intermediazione possano non collaborare con i channel manager più diffusi del mercato;

12- NO, e vai al punto 8;

13- NO, alla de-pacchettizzazione della sola camera rispetto al pacchetto offerto al tour operator parte dei canali di intermediazione; albergatori, quando siglate un accordo con un rivenditore prevedete una clausola che inibisca la de-pacchettizzazione;

14- NO, alla confusione tra stelle ufficiali e “stelle” legate alle recensioni;

15- NO, ai motori di ricerca che non onorano i risultati organici a favore di intermediari, siti di recensione, mappe ma mettendo in secondo piano il sito ufficiale;

16- NO, ai meta motori di ricerca che non pubblicano anche le tariffe dei Siti Ufficiali degli hotel;

17- NO, alla confusione tra le tipologie di strutture alberghiere;

18- NO, ai portali che pubblicano recensioni non garantite, ovvero che non siano direttamente collegate ad una prenotazione effettuata e il cui autore non sia rintracciabile;

19- NO, ai portali che non dichiarano efficacemente la loro natura, ovvero se sono siti di recensioni, tour operator, portali di prenotazione/intermediazione o portali di ricerca dei Siti Ufficiali degli hotel.

******

Ecco alcuni link utili:

- Nozio, il portale di hotel che promuove solo i Siti Ufficiali degli hotel;

- Nozio Reviews, le recensioni che raccogliamo dai viaggiatori sono veritiere e collegate alla prenotazione;

- Nozio Traveller, il programma che offre vantaggi ai viaggiatori che prenotano sui Siti Ufficiali degli hotel;

- Nozio Business, i prezzi del tuo sito ufficiale su Tripadvisor Mostra Prezzi, Trivago e Google Hotel Finder;

- tutti i nostri articoli sul tema OTA (online travel agents)


La parola a Roberta Milano

Pubblicato: 21 marzo 2012 | Autore: | Tags: Commenti: Nessun Commento »

L’amica Roberta Milano in una intervista rilasciata alla rivista specializzata Pianeta Hotel parla del processo di Disintermediazione e di come nel mondo del turismo viene agevolata dai social media. Tutti argomenti che condivido.

Leggi l’articolo sul blog di Roberta o direttamente sulla rivista.


Dove vanno a finire i soldi?

Pubblicato: 2 dicembre 2011 | Autore: | Tags: , , , , Commenti: Nessun Commento »


Nozio in partnership con Google Hotel Finder, Tripadvisor e Trivago

Pubblicato: 1 dicembre 2011 | Autore: | Tags: , , , , , , Commenti: Nessun Commento »

Ho scritto più di qualche articolo sul tema, e siamo arrivati alla realtà perché Nozio è ufficialmente partner di Google, Tripadvisor e Trivago ed ha quindi la possibilità di pubblicizzare i prezzi e le disponibilità dei siti ufficiali degli hotel anche all’intero di questi grandi portali che prima erano esclusivamente riservati alle OLTA.

Domani alla BTO, Nozio farà un  intervento di approfondimento su questo tema e sulle opportunità riservate a sostegno della vendita diretta e della disintermediazione che, grazie a queste implementazioni, ha fatto un bel passo avanti.

Hall #4 Focus
Nozio
L’evoluzione dell’Advertising turistico: come mostrare il “prezzo” influenza i consumatori e aumenta le conversioni.

10.10 – 11.10

Google Hotel Price Ads

Google Hotel Price Ads

Tripadvisor Mostra Prezzi

Tripadvisor Mostra Prezzi

Trivago Advertising

Trivago Advertising


E’ iniziata la BTO 2011, ringraziamo Rodolfo Baggio per il suo intervento

Pubblicato: 1 dicembre 2011 | Autore: | Tags: , , , , , Commenti: Nessun Commento »

E’ iniziata la BTO 2011, l’appuntamento più atteso dal mondo del turismo e delle nuove tecnologie che anche quest’anno si caratterizza per la qualità dei contenuti, dei relatori e degli operatori presenti.

Logo BTO 2011

Un ringraziamento speciale va fatto al Rodolfo Baggio, Presidente del Comitato Scientifico della BTO che con il suo intervento di questa mattina intitolato “Dove vanno a finire i soldi: la destinazione Italia e l’intermediazione straniera” ha ripreso provocatoriamente i temi a noi tanto cari.

Grazie Professore!


Google Hotel Finder: novità in casa di mister G

Pubblicato: 1 agosto 2011 | Autore: | Tags: , , , , , , Commenti: Nessun Commento »

E’ un’estate ricca di novità per il motore di ricerca più importnate del web. Dopo G+, ora è arrivata la sezione dedicata esclusivamente alla ricerca di hotel, denominata “Google Hotel Finder“, fortemente integrata alla Google Map e che sfrutta le informazioni di Google Places.

Al momento la sezione è sperimentale e disponibile solo per cercare gli hotel negli Stati Uniti, ma c’è da esser certi che presto sarà disponibile per tutti gli hotel del mondo.

Per quanto riguarda la Disintermediazione, ecco l’immagine dell’hotel in lista dove il link al Sito Ufficiale lo si trova cliccando su “Book” alla fine della lista dei “Punti di vendita” dov’è possibile prenotare:

Google hotel finder
Google hotel finder

Mentre questa è l’immagine della scheda dell’hotel, dove il link al Sito Ufficiale lo si trova anche affianco all’indirizzo anagrafico:

Google hotelfinder detail

Google hotelfinder detail


La mia opinione da viaggiatore, quindi per quanto riguarda la ricerca e la prenotazione diretta dell’hotel, è positiva perchè Google è sempre stato uno dei primi punti di accesso del viaggiatore per ricercare un hotel e ora lo sarà ancora di più perchè  è in grado di dare direttamente lui un risultato della ricerca più vicino alle esigenze/preferenze dell’hotel.

Quella da operatore marketing/tecnologico, quindi per quanto riguarda le vendite dirette del Sito Ufficiale, posso evidenziare che Google continua a dare una buona visibilità al Sito Ufficiale dell’hotel, anche se dovremmo aspettare analisi più approfondite per capire se porterà più visite rispetto alle modalità di ricerca precedenti. Resta fondamentale in questo ambito che Google permetta ai proprietari di hotel di caricare anche prezzi e disponibilità dei loro Siti Ufficiali su “Hotel Price Ads”, o per mezzo di partnership con i fornitori di Sistemi di prenotazioni on-line per i Siti Ufficiali di hotel o fornendo agli albergatori uno strumento sviluppato ad hoc.

La prossima mossa di mister G sarà quella di fornire un Sistema di prenotazioni on line da installare nei Siti Ufficiali e che sia ben integrato con Google Hotel Price Ads, Google Hotel Finder, Google Map e Google Analitics? Lo fornirà gratis, stimolando poi gli albergatori alla pianificazione pubblicitaria su Hotel Price Ads?

Vedremo ;-)


Il 24 giugno all’ADA Lazio parlerò di Disintermediazione

Pubblicato: 22 giugno 2011 | Autore: | Tags: , , Commenti: Nessun Commento »
Ada Lazio

Ada Lazio

L’incontro, che si terrà a Roma il 24 giugno 2011, nelle sale del moderno Hotel NH Vittorio Veneto di Corso Italia 1, nei pressi di Via veneto, mi vedrà come relatore e parlerò di argomenti di grande attualità come la disintermediazione alberghiera e il Web 2.0.

Per uteriori informazioni clicca qui.


Tripadvisor stimola gli hotel a tagliare gli intermediari: incredibile, ma vero.

Pubblicato: 10 marzo 2011 | Autore: | Tags: , , , , Commenti: 3 Commenti »

Tripadvisor, il gigante delle recensioni on-line facente parte del Gruppo Expedia che è il più importante intermediario on-line tra l’altro recentemente colpito da un provvedimento dell’Antitrust, è in questi giorni impegnato in una campagna promozionale verso gli albergatori per stimolarli a tagliare gli intermediari attraverso il proprio Profilo Aziendale.

Ecco la sezione della lettera inviata a tutti gli albergatori italiani:

Tripadvisor: albergatori evitate gli intermediari

Tripadvisor: albergatori evitate gli intermediari

Un ulteriore segnale che la Disintermediazione è il futuro della distribuzione turistico alberghiera soprattutto in funzione della piena sostenibilità economica dei territori e che la Carta dei Valori di Nozio potrebbe essere presa come riferimento per un aggiornamento della Carta per un Turismo Sostenibile (Lanzarote, 1995) e del Codice Mondiale di Etica del Turismo (Santiago del Cile, 1999) che orientano l’agire di Nozio sin dalla sua nascita e potrebbero orientare l’agire anche di molte altre aziende del nostro settore.

Voi cosa ne pensate?


Google Places: prezzi e disponibilità dei Siti Ufficiali degli hotel

Pubblicato: 1 marzo 2011 | Autore: | Tags: , , Commenti: Nessun Commento »

Come avevo avuto modo di anticipare ancora a luglio scorso nel mio articolo dedicato all’acquisizione di Google di ITA Software, e poi ancora nel post che evidenziava la prima integrazione delle OLTA, e poi ancora durante il Panel alla BTO a cui ho partecipato affianco dell’amico Robert Brenner di Google che poteve guardare per intero su questo link, sono iniziate le attività di Google con i principali sistemi di prenotazioni on-line per integrare su Google Places anche prezzi e disponibilità dei Siti Ufficiali degli hotel.

E’ una partita alla quale noi di Nozio desideriamo partecipare da protagonisti con lo scopo di mettere a disposizione di tutti gli attori la nostra pluriennale esperienza nel settore della disintermediazione del settore turistico-ricettivo.

Ecco la fonte della notizia, tutta da leggere!

http://www.hotelnewsnow.com/articles.aspx/5041/Hoteliers-on-board-with-new-Google-features